Vicini ai bambini brasiliani

Una solidarietà che varca i confini dell’Oceano Atlantico e arriva direttamente ai bambini brasiliani.

Solidarietà e pensione

 

Salutiamo Ornella e Giusy

La consegna delle targhe.

A fine 2017 abbiamo festeggiato Ornella e Giusy, due storiche impiegate della Facchini che, dopo 42 anni di cammino insime a noi, hanno maturato finalmente il diritto alla pensione. “Non fiori, ma opere di bene”. Tranquilli, nessun funerale, ma anzi una festa che si è tramutata in solidarietà. Infatti, il contributo di colleghi e direzione per il regalo a Giusy e Ornella non è stato speso in beni materiali. Per loro stessa volontà, infatti, la somma raccolta per comprare i loro regali l’abbiamo invece consegnata nelle mani di Ornella.

Aiutiamo i bambini brasiliani

 

La posizione di Santa Lucia di Maceio

Partita nei primi giorni di gennaio per il Brasile, la nostra amica ha portato la nostra solidarietà ai bambini brasiliani. Con parte dei fondi raccolti ha comprato ceste alimentari ad una cinquantina di famiglie di Santa Lucia, una frazione del comune di Barra S. Antonio.

Ogni cesta contiene prodotti alimentari di prima necessità:

  • Riso
  • Fagioli
  • Farina
  • Olio
  • Biscotti
  • Latte in polvere
  • Pasta
  • Mortadella
  • Zucchero
  • Caffè
  • Dentifricio

Chi ha un lavoro percepisce un salario minimo netto di circa 760 reails al mese, pari a circa 190 euro . Chi non ha il lavoro vive con la borsa famiglia del governo e arrangiandosi con la pesca o vendendo piccoli oggetti di artigianato fatti da loro con qualsiasi materiale.

Da anni, Ornella segue i bambini brasiliani di quella zona e loro famiglie, collaborando insieme ad altre persone di Brescia alla raccolta di fondi durante l’anno attraverso varie iniziative e “passa parola” tra amici e parenti .

Nelle fotografie che vi mostriamo, la consegna delle ceste basiche e il piccolo asilo.

Grazie si fondi raccolti, anche il piccolo asilo di Santa Lucia potrà continuare ad accogliere 35/40 bambini, dai 2 ai 5 anni, per parte della giornata, garantendo un piccolo pasto e la possibilità di essere seguiti da maestre brasiliane, che prestano volontariato presso la struttura.